giovedì 17 febbraio 2011

ZELIKO

E' una canzone scritta contro tutte le guerre, ma in particolare quella vista nel bel mezzo della nostra  Europa. Zeliko è la storia di un ragazzo costretto a vivere nascosto in qualche rifugio con la paura di non farcela, di non farcela ad uscire da un conflitto etnico assurdo. Zeliko è un inno alla libertà. (Pino Stumpo)



Stasera ho deciso voglio uscire dal rifugio
voglio vivere per una volta la mia libertà
là fuori non c'è nessuno si sentono solo gli spari
provo a passeggiare come se fosse una sera normale
il mio sguardo va verso il cielo c'è la luna piena
chissà cosa pensa chi la vede dalla parte della frontiera.
Provo a muovere qualche passo giro dietro l'angolo
Mi nascondo dietro un muro prima che mi veda qualcuno
All'improvviso un urlo che spezza quel silenzio
E' un urlo di una donna che per la prima volta diventa mamma
E chissà dov'è il suo uomo
e come sarebbe contento di essere qui in questo momento
mi hanno detto che è giù al fronte a combattere la guerra
non si sa se ancora viva o è stato ucciso questa sera
allora proseguo nella mia passeggiata mi dirigo verso la piazza
dove un tempo la gente faceva festa
nella mia gola si accende una strana sete
non è una sete d'acqua ma di pace per la mia gente
e allora mi chino per bere alla fontana
all'improvviso alle spalle qualcuno mi spara
il mio corpo cade a terra in una pozza di sangue
chissà se qualcuno domani mi piange 
A voi del pubblico pagante voglio dirvi una sola cosa
alzatevi in piedi state in silenzio non applaudite questo cantante
perché questo silenzio giunga alle orecchie
di quei prepotenti che pensano che con la guerra si risolve tutto
il mio respiro diventa sempre più affaticato
tra poco sarò morto e sarò anche dimenticato
ma una ultima cosa voglio gridarla al mondo
viva la vita, viva l'amore, viva la libertà.

Nessun commento:

Posta un commento