lunedì 2 maggio 2011

ALLA FACCIA DEL MUTUO


In Kosovo ad ogni angolo di strada ci sono banche. A Pristina, così come in altri piccoli centri di periferia, palazzi di ogni forma e altezza ospitano istituti di credito. Le due banche più importanti, ProCredit Bank e Raffeisen Bank, hanno il monopolio sul credito ed hanno colonizzato ogni cosa. Non c'è evento istituzionale, culturale o sportivo che non sia sponsorizzato da una delle due banche. Agende, penne, calendari, striscioni, insegne luminose, posters, ovunque ProCredit Bank o Raffeisen Bank. Erano giorni che ci pensavo e non riuscivo a spiegarmi il motivo della presenza di così tante banche in un paese i cui dati micro e macroeconomici sono a dir poco disastrosi. Le idee si sono schiarite solo dopo aver messo piede nei due principali istituti bancari e parlato con il personale. "Salve, vorrei poter accedere ad un vostro mutuo", ho esordito proprio così. Come una macchinetta i consulenti delle due banche mi hanno descritto per filo e per segno ogni condizione e caratteristica del mutuo, le stesse che potete trovare qui, sul sito della Raiffeisen e della ProCredit.
Esistono una varietà di prestiti. Si va dal prestito per il business e la piccola impresa a quello per lo studio, dall'acquisto della macchina a quello per finanziare l'attività agricola. C'è anche quello per le vacanze. Per ognuno di questi prestiti le condizioni, ovviamente, cambiano. Comunque, per accedere ad un mutuo bisogna essere residente in Kosovo da oltre sei mesi, avere un conto bancario presso la banca e un contratto di lavoro con uno stipendio non inferiore ai 180 euro. Se la banca si ritiene soddisfatta, si riceveranno presto i soldi. Bastano pochi giorni: in questo sono efficienti. Ricevo una marea di informazioni e di brochure, ma i dubbi permangono. Tutto si schiarisce quando chiedo spiegazioni sui tassi di interesse. Sembra strano, ma non esiste un tasso preciso e tutto è molto indicativo -questo vale per entrambe le banche. Tutto dipende dalle garanzie che offrite, dal tipo di lavoro (salario) che avete, e soprattutto da chi siete. I tassi variano dal 10,9% annuo (si, quasi l'undici per cento) ad oltre il 20% (venti, avete letto bene) se offrite poche garanzie o siete comuni mortali. Salto dalla sedia. Sentendo quei numeri devo aver fatto un brusco movimento. La responsabile finanziaria della ProCredit prova a tranquillizzarmi e mi invita a fissare un appuntamento con il manager perché , dice, "è lui che realmente decide la percentuale". Rimango impietrito per un po', ma poi il mio volto riprende colore. Adesso che i miei quesiti erano stati risolti potevo anche congedarmi. E così è stato.

fonte Raiffeisen Bank:
mutuo di 30.000 euro rimborsabili in 180 mesi - rata mensile di 380.
Dopo 15 anni alla banca avrete dato l'importo di 68.400 euro

mutuo di 30.000 euro rimborsabili in 240 mesi - rata mensile di 352 euro.
Alla fine dei 20 anni avrete sborsato la somma di 84.480 euro

2 commenti:

K. ha detto...

Chi può realmente beneficiare di questi prestiti? Cosa c'è dietro tanta arbitrarietà nei tassi d' interesse?
Soprattutto insospettisce l'evidente sproporzione tra lo stato dell'economia reale del paese e questa proliferazione di istituti di credito, come se il Kosovo vivesse di servizi e terziario, manco fosse la Svizzera...
Ahimè, il senso è quello di un'economia dubbia, parallela, precaria e sommersa, scollata dal reale, che va in direzione opposta alla crescita, all' acquisizione di credibilità, di legittimità.
Può anche darsi che qualche investitore sia attratto da tanta, per così dire, "discrezionalità", ma non so in definitiva che specie di tornaconto possa averne il paese nel suo complesso.

Anonimo ha detto...

Here are some introductory blogging tips I've exhausted my lifetime doing, he said, saying he was born into nothing. Look at her girl's achievements, compared to is,
don't reduplicate wrangle in a fashion that would create no common sense to the lecturer.

Feel free to visit my web-site; click here

Posta un commento