giovedì 2 luglio 2009

SGUARDO SUI BALCANI. NUOVE PROSPETTIVE DI STUDIO


Tra le varie iniziative sui Balcani che si terranno quest'estate in Italia, mi preme segnalarvi quella che la Squi-libri Editore ha organizzato a Lorica in un posto suggestivo della Calabria, nel Parco nazionale della Sila. Si tratta di un seminario internazionale di studio che fa parte della rassegna annuale “SilaInFesta”, giunta alla sua undicesima edizione.

Tra musica, letteratura ed antropologia, una riflessione a più voci sulla produzione culturale dei Balcani, area dalle tormentate vicende politico-istituzionali ma anche zona di frontiera per eccellenza e di straordinario interesse per quanto attiene al confronto/dialogo tra etnie, religioni, culture e tradizioni differenti. Lingue nazionali e dialetti, le tradizioni musicali anche delle popolazioni confinanti, il rapporto tra lingua e identità etnica, le letterature nazionali e la tradizione epica, i repertori musicali del Kosovo e un confronto, fra le due sponde del Mediterraneo, con le espressioni linguistiche e musicali dell’area arbëreshe, sono alcune delle tematiche che saranno affrontate in un approccio multidisciplinare grazie ai contributi di autorevoli studiosi, di competenze e formazioni diverse tra i quali Martin Stokes (Oxford University), tra i massimi esperti della musica dell’area mediterranea; l’etnolinguista Victor Friedman (University of Chicago), autore di celebrati studi sui rapporti tra lingua e identità etnica; l’etnografo Alexander Novik, direttore del Dipartimento di Studi Europei del Kunstkamera di S. Pietroburgo, il museo fondato da Pietro il Grande nel '700. Partecipano al seminario anche alcuni tra i principali studiosi italiani nei diversi ambiti di riferimento tra i quali gli storici di lingua e letteratura albanese Francesco Altimari (Università della Calabria) e Matteo Mandalà (Università di Palermo) e gli etnomusicologi Nico Staiti (Università di Bologna) e Nicola Scaldaferri (Università di Milano), autori tra l’altro di numerose ricerche sul campo tra i rom della Serbia e del Kosovo e sul canto epico in Albania e Macedonia. Nel fitto programma di iniziative collaterali - presentazioni volumi, proiezioni cinematografiche, laboratori musicali e concerti - è stata inclusa la mostra fotografica "Kosovo: Incertezze e sogni".
__________________________________

La partecipazione alle attività è gratuita e aperta a tutti, previa iscrizione via mail entro il 10 luglio 2009. Per le borse di studio, che prevedono la copertura delle spese di soggiorno, sono previste due formule (in camping e in albergo/bungalow). Per partecipare alla selezione bisogna inviare, entro il 25 giugno, curriculum vitae ed elenco esami sostenuti, con relative votazioni e crediti. Per info e invio curricula: leav@unimi.it. Il seminario sarà aperto da un incontro con lo scrittore macedone di etnia albanese Luan Starova di cui è stato di recente tradotto in italiani L’altro accanto a noi [Mondadori, 2009] e terminerà la mattina del 26 luglio con una tavola rotonda finale. Nei giorni 23, 24 e 25 luglio, di mattina, si terranno le relazioni la cui frequenza è obbligatoria per coloro che sono interessati ai crediti formativi. Nei pomeriggi e nelle serate avranno luogo visite, attività musicali e presentazioni di libri (in corso di definizione il calendario) con frequenza facoltativa.

Luogo: Lorica (CS)
Centro Congressi di Lorica, località Cavaliere
Organizzato da: Squilibri editore; in collaborazione con Associazione Altrosud, Università di Milano - Dipartimento di Storia delle Arti, Musica e Spettacolo, Università della Calabria - Dipartimento di Linguistica

INFO:
Squilibri editore
Viale dell’Università 25 - Roma
telefono: 06 44340148
e-mail: info@squilibri.it
web: www.squilibri.it

Nessun commento:

Posta un commento