martedì 15 marzo 2011

CRRRAAA, CRAA!

Ne esistono a migliaia. Pristina ne è piena e non a caso il Kosovo durante il periodo ottomano era meglio conosciuto come "la piana dei merli". E' impressionante sentirli gracchiare così numerosi sugli alberi. Soprattutto d'inverno si riversano in città, certi di trovare abbondanza di cibo e riparo dal freddo. Non avete idea di quanti siano e di quanti escrementi lascino sulle carrozzerie delle macchine pargheggiate sotto di loro. Se non riuscite a vederli, almeno provate a sentirli. Chiudete gli occhi e immaginateveli sopra le vostre teste. La fortuna, sono certo, sarà dalla vostra parte!


3 commenti:

K. ha detto...

Che roba è'? Una specie di fono - foto - montaggio? Comunque sia, il risultato è singolare, e sorprendente. Come te.

K.

Raffaele Coniglio ha detto...

Tutto naturale. Non e' stato amplificato nulla: e' proprio questa la cosa bella.

K. ha detto...

A proposito di neri pennuti.
Questo, sotto un traliccio in una notte di tregenda, torvo, intenso e fatale

tra tempesta e aurora
solo ma non domo

non può essere che srpsko!

watch?v=9Zl30z1c_90&feature=related

Posta un commento