venerdì 18 settembre 2009

BABY BULLISMO AI DANNI DI UN RAGAZZINO KOSOVARO

Storie di ordinaria follia in un Italia sempre più in preda ad episodi razzisti

Un ragazzino kosovaro di tredici anni costretto a cambiare scuola perché preso in giro dai compagni di classe. Non ne poteva più di subire insulti razzisti, di ascoltare offese che lo ferivano, così ha chiesto ai genitori di cambiare scuola. Questo nuovo episodio di baby-bullismo a sfondo razziale che scuote Treviso, città simbolo del potere leghista in Veneto è apparso oggi su Repubblica.it

1 commento:

Anonimo ha detto...

Ma perchè fanno certe cose senza motivo?

Posta un commento